Trucco Semipermanente

Sebbene trucco permanente e tatuaggi vengano spesso scambiati, sono due cose distinte, ma è innegabile che sotto certi aspetti le due tecniche si somiglino: ridisegnare elementi del viso e del corpo che hanno perso definizione, ha molteplici usi, e può essere applicata praticamente su qualunque parte del corpo! Differiscono innanzitutto nella tipologia di pigmento usato: nel caso del trucco permanente, infatti, i pigmenti sono organici sintetici, più sottili, bio-compatibili, controllati e certificati. Inoltre, i pigmenti usati per questo tipo di trucco vanno meno in profondità nella pelle, motivo per cui il disegno dura meno di un tatuaggio vero e proprio. Si parla in ogni caso di anni, ma la durata del trucco permanente varia in base a diversi fattori, in primis il tipo di pelle. Ad esempio, i pigmenti sono meno duraturi nelle pelli grasse, così come nelle pelli molto secche , Inoltre, chi fa molto sport e suda creerà delle condizioni sfavorevoli alla durata del pigmento sulla pelle , così come chi va spesso in piscina e mette così la pelle molto frequentemente a contatto con il cloro o lo stesso per il mare. Per realizzare un trucco permanente inoltre c’è bisogno di un dermografo specifico, capace di fare centinaia di battute ogni minuto attraverso le quali deposita il colore: il fastidio si percepisce, ma parlare di dolore non lo è, comunque la reazione di ognuno e diversa.

Per chi è indicato il trucco permanente allora?

Il trucco permanente è una valida soluzione sia per chi ha poco tempo ma vuole avere lo stesso un aspetto bello e curato, sia per chi non ha molta manualità per truccarsi la mattina e non vuole rinunciare ad una bella linea di colore eye-liner.
Se, per esempio, decidete di disegnare il contorno labbra perché con gli anni sta affievolendo la definizione delle labbra, o perché stanno perdendo volume, dalla dermopigmentazione può donarvi un aspetto più presente, più carnose e calde. Potrebbe risultare molto indicato anche per chi soffre di allergie ad alcuni prodotti make-up o a chi ha una lacrimazione frequente.

Sopracciglia con tecnica a pelo classica o Microblanding

Il Microblading è una tecnica fra le più antiche del tatuaggio, attualmente impiegato anche per trucco semipermanente, adatta alle sopracciglia oppure indicata per correggere l’alopecia androgenica sia per gli uomini sia per le donne, migliorando la densità e l’aspetto sul cliente finale. L’obiettivo principale è quello di ottenere dei peli molto naturali ottenendo, maggior armonia, sobrietà e naturalezza.
Il trattamento è rivolto alle sopracciglia e a tutti coloro che vogliono migliorare il proprio aspetto, per infoltire sopracciglia depilate in modo scorretto, per ricostruire l’arcata sopraccigliare “pelo per pelo” e in casi di alopecia.

Pigmenti usati nel Microblading

I pigmenti usati nella tecnica Microblading sono non definitivi e bioriassorbibili organici. La prima seduta del trattamento richiede circa due ore e la seconda è da effettuarsi dopo 60 giorni e richiede circa 1 ora e trenta minuti.La durata del trattamento, però, è influenzata dalla pelle e dallo stile di vita di ogni singolo individuo coinvolto nella seduta
Dopo ognio trattamento si richiede di adottarre i seguenti accorgiment: per una decina di giorni non esporsi ai raggi solari, non andare in piscina, non sudare e, sulla zona trattata, applicare creme idratanti e fotoprotettive totali.

Macchie cutanee e vitiligine

vitiligineprimadopoBenché possa sembrare sconveniente colorare parzialmente la pelle con una sostanza che non è in grado di scurirsi o schiarirsi, la dermopigmentazione estetica rappresenta una soluzione per soggetti con evidenti alterazioni cromatiche della cute, come macchie ipercromatiche, ipocromatiche e vitiligine, in quanto questi inestetismi non sembrano trovare rimedi efficaci. Le macchie da vitiligine sono infatti dovute alla distruzione di particolari cellule che producono melanina. La vitiligine provoca quindi  differenze cromatiche evidenti tra aree della cute con melanina e senza, creando un senso di profondo disagio soprattutto se localizzate in zone del corpo continuamente esposte, come viso e collo.Grazie alla dermopigmentazione della cute è oggi possibilie attenuare notevolmente gli inestetismi da vitiligine, macchie ipocromatiche e alterazioni della cute in genere.

areola_mammaria (450 x 600)

L’areola mammaria

La micropigmentazione dell’areola mammaria permette di occultare cicatrici esitate ad interventi chirurgici della mammella, mastopessi, mastoplastica additiva, mastoplastica riduttiva, correzione dell’asimmetria mammaria, ginecomastia). A questa tecnica si ricorre per la creazione di areola mancante . In tale ipotesi si provvede alla deposizione di pigmento mediante l’apposizione di una serie di tratti pigmentati sfumati in corrispondenza della circonferenza della nuova areola e successiva pigmentazione dell’intera superficie compresa entro la circonferenza. Inoltre questa tecnica consente l’occultamento di cicatrice periareolare che consiste nella deposizione di pigmento mediante l’apposizione di una serie di tratti pigmentati sfumati in corrispondenza della circonferenza dell’areola.

ricostruzione-zona-pubica

Ricostruzione dei peli della zona pubica

La caduta dei peli in questa regione è spesso associata ad anomalie cromosomiche, cambiamenti ormonali o ripetuti traumi. In alcuni casi può essere anche causata da una scelta di procedere all’epilazione continua con risultati negativi di indebolimento dei bulbi piliferi. In alcuni pazienti non si arriva alla vera e propria alopecia ma ad un diradamento dei peli che porta ad un aspetto infantile o anziano. Con una tecnica mista tra Microblanding e con dermografo riusciamo a creare un effetto foltezza o Corto, molto naturale e non invasivo, il tutto in poche sedute.

Quando non è consigliato fare una dermopigmentazione

Questo tipo di trattamento è sconsigliato a chi ha dermatiti o infezioni della pelle, chi soffre di malattie a trasmissione ematica, ma anche a persone che stanno facendo terapie con farmaci anticoagulanti o assumono insulina per via del diabete. Donne incinte, minorenni, Inoltre, se ad esempio le labbra sono state trattate con il silicone, si sconsiglia caldamente di fare un tatuaggio permanente alle labbra, così come ovviamente non si possono pigmentare zone con nevi.